I 6 momenti da immortalare di un matrimonio

Nel vostro album di nozze devono esserci diversi momenti che sono stati immortalati con degli scatti bellissimi che colgono tutta l’emozione del momento. Ecco quali sono gli immancabili.

La preparazione

Il fotografo per matrimonio Roma deve presentarsi al mattino per ritrarre alcuni momenti della preparazione. Una foto della sposa che si veste e una nella quale si specchia non possono mancare. Per quanto riguarda lo sposo, sono molto belle le foto che lo ritraggono mentre si fa la barba, magari vecchio stile con il pennello per stendere la schiuma.

L’arrivo

Andando avanti con il racconto della vostra giornata speciale, il fotografo deve immortalare l’arrivo in chiesa o in municipio della sposa con l’auto tutto addobbata con fiori e fiocchi. L’entrata in chiesa è un momento a cui dedicare diversi scatti, compreso anche allo sposo che la guarda entrare.

Lo scambio degli anelli

La cerimonia ha diversi momenti salienti e quello più emozionante è lo scambio degli anelli. Dovete assicurarvi che il fotografo scatti più e più volte, meglio se ha anche un collaboratore che ne scatta da altre angolazioni.  Questo è il momento vero e proprio che sancisce il vostro matrimonio e il fotografo per matrimonio Roma deve esserne pienamente consapevole. Chiedete di vedere altri suoi lavori per verificare le foto scattate durante lo scambio degli anelli.

L’uscita

All’uscita dalla chiesa o dal municipio gli amici e i parenti fanno cadere una pioggia di petali e riso che il fotografo per matrimonio Roma deve immortalare. È molto divertente avere gli scatti dell’entrata in macchina che potrebbe essere state riempita di palloncini che vanno scoppiati per trovare la chiave.

Il taglio della torta

Un bravo fotografo per matrimonio Roma dovrebbe fermarsi fino al taglio vero e proprio della torta, senza costringervi a fare un finto taglio mentre i vostri ospiti mangiano il primo.

I parenti

Durante la giornata, sono d’obbligo le foto con tutti i parenti schierati: gli sposi al centro e i parenti ai lati. Si fa lo stesso con i genitori, i testimoni, le amiche, gli amici etc.